Teatro Galli di Rimini: un’esperienza da vivere anche per il Time

Il teatro Amintore Galli, progetto nato nel 1841 per la volontà di prestigiosi cittadini, realizzato dall’architetto Luigi Polettti, ha una storia di fasti, splendori e successi, che molto si alterna a distruzioni, decadimenti, saccheggi e abbandoni, finalmente riceve tutti gli onori che merita.

Il famoso settimanale statunitense Time, infatti lo annovera tra i 36 luoghi da visitare per vivere una delle 100 migliori esperienze del 2019, le World’s Greatest Places appunto.

Inaugurato il 28 ottobre dello scorso anno, dopo un restauro durato più di quarant’anni e molto dibattuto, il teatro Galli sta riscontrando molto successo di pubblico e mediatico. L’attenzione e la cura dedicata alla ricostruzione, le presenze di artisti di livello mondiale, come Cecilia Bartoli, Roberto Bolle, Riccardo Muti e molti altri, per spettacoli di altissimo livello, ultimo dei quali, il 23 agosto, l’esecuzione della London Symphony Orchestra, hanno reso a questo teatro gli onori che meritava da tempo.

La presenza di un palcoscenico unico, il rispetto del progetto di Poletti per la ricostruzione, i progetti  per incentivare i giovani a realizzare i loro talenti musicali o vivere personalmente il teatro e ovviamente il suo vasto programma artistico, sono solo alcuni dei motivi per visitare questo luogo permeato di storia, arte e cultura.

Per scoprire tutto questo basta prenotare una delle visite guidate di ogni venerdì sera, in programma dal 26 giugno al 13 settembre, dalle 20.30 alle 22.15, o prenotare una visita di gruppo nel giorno che si desidera, o partecipare il mercoledì sera a un tour di “Rimini shopping night”, di cui il teatro Galli è una delle tante e bellissime tappe e scoprire personalmente quante emozioni questo luogo susciti, da portare con sé per sempre.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

| Privacy Policy